Amministrazione virtuosa e di prossimità

Trasparenza, accessibilità e amministrazione di prossimità

La Pubblica amministrazione è troppo spesso percepita lontana dai cittadini, i quali la considerano un ostacolo alla risoluzione dei problemi. Occorre ridurre tale distanza e far divenire l’amministrazione una “Amministrazione di prossimità” che sia cioè vicina ai cittadini.

La futura amministrazione dovrà essere trasparente, affidabile, presente con assiduità sul territorio, capace di ascoltare e fornire risposte tempestive. Tali obiettivi possono essere raggiunti tramite:

    1. Estensione degli orari di apertura al pubblico degli uffici comunali.
    2. Dedicare un giorno della settimana al ricevimento dei cittadini da parte del Sindaco e dell’amministrazione, senza la necessità di prendere appuntamento.
    3. Migliorare l’utilizzo e semplificare la consultazione del sito web comunale, da aggiornare in maniera costante e continua.
    4. Garantire la piena fruibilità dei servizi alla persona erogati dal Comune e potenziare l'URP (Ufficio per le Relazioni con il Pubblico).
    5. Ampliare i servizi presso la delegazione di Porto Potenza, che dovrebbe essere trasferita in una sede più dignitosa quale il centro civico polifunzionale che proponiamo di realizzare a Porto Potenza, dove ora sorge l’edificio della ex scuola elementare.

Potenziamento dei processi amministrativi e razionalizzazione delle risorse

Il nostro progetto politico si propone di migliorare sensibilmente la qualità della vita dei cittadini di Potenza Picena. Per ottenere questo, occorre che l’apparato amministrativo si senta partecipe del miglioramento e coinvolto nel progetto. Occorre inoltre che l’amministrazione comunale sia efficiente, ponendosi l’obiettivo di migliorare i servizi e aumentare la capacità di intervento della macchina amministrativa. Ci proponiamo di:

    1. Rendere Potenza Picena un “Comune virtuoso” entrando a far parte della “Associazione dei Comuni virtuosi”, che ha come scopo sociale la difesa dell’ambiente, il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e la tutela dei Beni Comuni, intesi come beni naturali e relazionali che appartengono all’umanità.
    2. Promuovere una rete di collaborazione con i Comuni limitrofi, nell’ottica di migliorare i servizi e armonizzare la progettazione territoriale. La collaborazione deve contribuire alla creazione di un ufficio per la progettazione finanziata da fondi Regionali/Ministeriali/UE.
    3. Adottare in maniera definitiva il S.I.T. “Sistema Informativo Territoriale”, allo scopo di far dialogare i servizi comunali tra loro ed erogare unitariamente i servizi tipici della PA a cittadini ed imprese, raggiungendo al contempo lo scopo di porre in essere un piano riorganizzativo e formativo per la riqualificazione e la valorizzazione delle risorse umane.
    4. Formulare un piano per dare opportune destinazioni d'uso al patrimonio immobiliare comunale e definire un nuovo piano energetico per il Comune.
Share