Una sfida ambientale e amministrativa: DIFFERENZIAMOCI!

Nella quotidianità, spesso viene dimenticato lo stretto legame che c’è tra gli oggetti e le risorse naturali con cui sono stati prodotti: materie prime, energia, acqua e altre risorse naturali.

Riciclo dei rifiuti significa recuperare dai rifiuti i materiali utili, anziché smaltirli.

Eticamente e anche economicamente, la ricchezza racchiusa nelle cose che gettiamo non può essere dissipata, ma va riutilizzata. Per farlo è necessario partire da una corretta raccolta differenziata dei rifiuti.

Fare la raccolta differenziata significa rispettare la collettività, perché riduce i danni all’ambiente e alla salute. Possiamo quindi considerare la raccolta differenziata come un gesto di solidarietà verso il prossimo e le future generazioni, un segno tangibile di mutua collaborazione e cooperazione per un traguardo comune.

Il nostro Comune, grazie alle politiche di sensibilizzazione e alla raccolta porta a porta messe in atto nel passato, ha raggiunto dei risultati che ci hanno permesso di essere un punto di riferimento nella Regione. Siamo stati considerati, dagli altri Comuni, un esempio da eguagliare, in termini di percentuale di differenziata.

Purtroppo, questo status ha subìto un arresto, forse perché si sono raggiunti livelli che sono fisiologicamente invalicabili o, cosa più probabile, perché si è smesso di sognare e di creare progetti volti a perseguire obiettivi ancora più ambiziosi.

Noi crediamo che in un tema sensibile come quello dei rifiuti non ci si possa adagiare sugli allori di un glorioso passato, e che alla cittadinanza siano necessari nuovi e continui stimoli.

La nostra proposta non si limita alla differenziazione del rifiuto per una maggiore percentuale di riciclo, ma pone l’attenzione sull’origine del rifiuto stesso e a quale soluzione adottare per far sì che la stessa produzione di rifiuti diminuisca sensibilmente.

Attraverso collaborazioni con associazioni come Marche Rifiuti Zero, creeremo e incentiveremo iniziative didattiche mediante momenti formativi, di consapevolezza e conoscenza. Dobbiamo fornire alle generazioni future gli strumenti per prendere coscienza dell’importanza della riduzione del rifiuto alla fonte, attraverso la progettazione e la scelta dei materiali (ad esempio del Packaging) più attente alla sostenibilità ambientale. Questa attività si estenderà poi a tutti noi cittadini, e verrà affiancata da specifiche azioni di sensibilizzazione come, ad esempio, sulle conseguenze dell’abbandono dei mozziconi di sigaretta in spiaggia o in strada, o l’utilità della sostituzione degli attuali scontrini in carta termica con quelli in carta riciclabile.

La finalità di tutte le attività sarà quella di creare le condizioni per una scelta consapevole, permettendo di riconoscere quali sono le buone pratiche, utilizzate dai produttori e commercianti, per costruire e vendere un bene che possa essere definito ecosostenibile ed ecocompatibile.

Non vogliamo solamente riciclare di più, vogliamo produrre meno rifiuti.

Questo si traduce in una riduzione delle discariche, in una salvaguardia e rispetto del territorio e in un investimento sul futuro.

Altri comuni della nostra Regione hanno già iniziato questo percorso: siamo sicuri che seguire questa via ci renderà orgogliosi di ciò che stiamo facendo e consoliderà la nostra comunità intorno ad un obiettivo comune.

Manuel Biagiola

Share